Utente Windows? Paura di Ubuntu? Provalo con VirtualBox!

Passare di punto in bianco da un sistema operativo Windows ad un altro sistema alternativo è qualcosa che può spaventare anche chi utilizza un computer da diversi anni. Avevo già affrontato l’argomento in uno dei miei PRIMI ARTICOLI. In rete ho invece scovato QUESTO ARTICOLO nuovo di pacca che spiega come utilizzare il software VirtualBox per installare ed eseguire Ubuntu (od altro OS) all’interno del sistema operativo Windows.

I principali software (gratuiti) che rendono possibile la virtualizzazione di un sistema operativo sono: VMWare, QEMU, VirtualBox. L’autore dell’articolo originale scarta VMWare per la lentezza e QEMU per la complessità.

Supponendo che abbiate Windows dovrete quindi scaricare VirtualBox da QUI (attualmente la versione per Windows è “VirtualBox 1.3.8 for Windows Hosts”). In seguito scaricatevi il sistema operativo Ubuntu da QUI (la versione attuale è “Desktop Edition – Ubuntu 7.04”).

Eseguite quindi il file “VBoxSDL.exe” in una directory a vostra scelta. Cliccate sul pulsante “New”.

figure_1vbox.jpg

Cliccate su “Next” e, come nome del sistema, scrivete “Ubuntu”. Per “OS type” scegliete “Linux 2.6” e ri-cliccate “Next”. Dovrete quindi scegliere la quantità di RAM da destinare ad Ubuntu: dipende da quanta RAM avete a disposizione… scegliete almeno 256Mb nel caso abbiate un totale di 512Mb. Potrete ora creare un nuovo disco virtuale:

figure_2vbox.jpg

Cliccate su “New” e, nella nuova finestra che verrà aperta… indovinate? …cliccate su “Next”. Selezionate l’opzione “dynamically expanding”. Nella prossima finestra impostate una dimensione di 5Gb. Cliccate quindi su “Finish”. Ora vi rimane aperta soltanto più una finestra: potete finalmente confermare che tutte le impostazioni sono corrette cliccando su “Next” e poi su “Finish”.

Adesso cliccate su “Ubuntu” e poi su “Settings”:

figure_3vbox.jpg

Dalla colonna di sinistra selezionate “CD/DVD-ROM”. Si aprirà una nuova finestra: spuntate la casella “Mount CD/DVD Drive” e “ISO Image File”. Cliccando sull’icona rappresentante una cartella sarete in grado di selezionare il file ISO di Ubuntu che avevate precedentemente scaricato: vi verrà chiesto di aggiungere il file “Add” e di aprirlo “Open”. Cliccando “Select” è ora possibile assegnare l’immagine del CD di Ubuntu alla Virtual Machine.

Sempre nella colonna di sinistra del menù principale potete anche configurare altre periferiche come ad es. l’audio (“Enable Audio” per attivarlo).

Ora dovrebbe essere tutto a posto. Basta cliccare su “Okay” ed in seguito su “Ubuntu virtual machine” per avviare l’installazione di Ubuntu.

figure_4vbox.jpg

Spostandovi con le frecce della tastiera selezionate “Start or Install Ubuntu” e premete “Invio”. Per utilizzare il mouse su VirtualBox basta semplicemente che clicchiate all’interno della finestra della macchina virtuale; per poter “rilasciarlo” (tornare ad utilizzare il mouse su Windows, fuori cioè dalla finestra della macchina virtuale) premete il tasto “Ctrl” destro.

Sul desktop è presente un’icona “Install”, cliccateci sopra. Rispondete a poche semplici domande (ad es. la scelta della lingua). Quando vi sarà chiesto di preparare lo spazio sul disco fisso scegliete di formattare l’intero disco (ovviamente saranno soltanto i 5Gb che avete selezionato qualche passaggio fa), cliccate su “Next” e poi confermate con “Install”. L’operazione di installazione, soprattutto tramite virtualizzazione, può richiedere parecchio tempo.

Quando l’installazione sarà terminata vi verrà chiesto di riavviare e quindi di togliere il CD-ROM presente nell’unità (quantomeno il sistema crede ci sia il CD-ROM di installazione presente). Per rimuovere il fantomatico CD-ROM cliccate sul menù “Device” di VirtualBox e selezionate “Unmount CD/DVD-ROM”. Prfemendo poi “Invio” si riavvierete il sistema.

Per informazioni più dettagliate date uno sguardo all’articolo originale (english only). E’ comunque più complicato tentare di spiegarlo che provarlo. Dato che la virtualizzazione non rischia di compromettere il vostro amato sistema operativo M$ Windows il consiglio non può essere che uno: provate Ubuntu o magari qualche altra distribuzione Linux!

~ di 2BFree su giugno 5, 2007.

3 Risposte to “Utente Windows? Paura di Ubuntu? Provalo con VirtualBox!”

  1. Di “sei gradi di separazione” ne hanno fatto anche un film con will smith, mi fa piacere che ti piaccia il mio blog🙂 ora torno a studiare… dannati esami😛

  2. Grazie per la dritta, in settimana vedo se lo trovo da affittare. Buono studio!

  3. Grazie per le spiegazioni, l ho messo nel mio blog😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: