Il turbo per l’avvio del S.O.: InitNG

Durante l’accensione della nostra macchina (il PC, non il pandino!) vengono naturalmente avviati diversi servizi. Sul mio Ubuntu (sì, anche sul vostro) e in ogni sistema GNU/Linux che si rispetti, l’avvio dei servizi è un compito di cui si occupa uno specifico applicativo (in genere “init”; su Ubuntu “upstart”). I meccanismi di default funzionano alla grande ma se ci fosse un modo per velocizzare il caricamento dei servizi e quindi, di conseguenza, di velocizzare l’avvio del sistema operativo? La soluzione potrebbe proprio essere quella di sostituire tali meccanismi, a volte datati, con dei validi successori: ad es. con InitNG (NG = Next Generation). Andiamo sul sito del progetto e preleviamo i file “initng” e “initng-ifiles”. Personalmente, per la fretta di provare il nuovo “giocattolino”, li ho scaricati all’interno di una directory che ho chiamato “INIT” sotto la mia directory “home”: vi consiglio però di utilizzare una directory leggermente più consona… Logghiamoci come root e scompattiamo i due file:

init1.png


Ora assicuriamoci di aver installato “cmake”:

cmake.png

Entriamo poi in una delle due directory appena create (comincerò con “initng-0.6.10” ma il procedimento dovrà essere ripetuto anche per la directory “initng-ifiles-0.1.2”) e creiamo la directory “build”.

initbuild.png

Entriamo dentro a “build” e diamo il comando “cmake ..”

makebuild.png

e “make; make install”:

init3.png

Dobbiamo ora inserire la relativa voce all’interno del menù di avvio di “Grub”. Apriamo quindi il file “/boot/grub/menu.lst” ed aggiungiamo una nuova voce alla fine del file. Per farlo possiamo copiare la prima voce ed incollarla appunto in fondo. Nel mio caso la prima voce è:

title Ubuntu, kernel 2.6.20-15-generic
root (hd0,0)
kernel /boot/vmlinuz-2.6.20-15-generic root=UUID=xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx ro quiet splash
initrd /boot/initrd.img-2.6.20-15-generic
quiet
savedefault

e, dopo averla copiata alla fine del file, la modifico nel seguente modo (in grassetto vedete le modifiche apportate):

title Linux InitNG
root (hd0,0)
kernel /boot/vmlinuz-2.6.20-15-generic init=/sbin/initng root=UUID=xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx ro quiet splash
initrd /boot/initrd.img-2.6.20-15-generic
quiet
savedefault

Infine possiamo creare i file per i servizi che dovranno essere caricati. Il procedimento è automatico, basta dare il comando “genrunlevel –all”.

Riavviamo il computer e selezioniamo la nuova voce che abbiamo creato: Linux InitNG.

~ di 2BFree su maggio 12, 2007.

4 Risposte to “Il turbo per l’avvio del S.O.: InitNG”

  1. Guarda che Ubuntu non usa Init…

  2. @ Michele: mea culpa, sto scrivendo tre articoli contemporaneamente ed ho fatto un pastrocchio… Grazie della segnalazione, correggo immediatamente😉

  3. ciao, ma questa guida serve a feisty?
    grazie ciao

  4. @ IkTuX: upstart è molto simile (almeno sul concetto di funzionamento) ad InitNG. Di primo acchito la risposta alla tua domanda è quindi “no, non serve a Feisty”.

    Ho provato InitNG più per sfizio che per altro e sinceramente, su Feisty, i miglioramenti non si vedono; su altre distribuzioni utilizzanti Init dovrebbero invece risultare ben visibili.

    InitNG può comunque risultare utile anche agli Ubuntiani che dovessero avere qualche problemuccio con upstart. Upstart, sulla carta, dovrebbe infatti garantire la retrocompatibilità con Init: nella pratica non è sempre così…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: