Linux Indolore

Vi siete stancati di Windows? Sarebbe ora… Esistono tanti sistemi operativi migliori.

Sta per uscire in commercio Windows Vista che, effettivamente, propone interessanti novità e miglioramenti. I costi? Più che i costi monetari sono da valutare i costi di compatibilità tra sistema operativo e software non originali (o anche semplicemente software non targati microsoft): quindi attenzione a Palladium.

E allora quale momento migliore per passare ad un altro sistema operativo? Provate Linux: è gratis, è open source, è facile da usare.
Esistono tantissime distribuzioni diverse, avete soltanto l’imbarazzo della scelta. Le potete scaricare dal sito http://www.linux.org/dist/list.html.

Già, ma se poi non sono in grado di usarlo? E se non mi piace? E se alcuni prodotti software o hardware non volessero proprio saperne di funzionare con Linux? Bene, se cercate un passaggio “indolore” da Windows a Linux potete utilizzare due metodi diversi:
– utilizzare una distribuzione Live di Linux;
– caricare Linux tramite una virtual machine.

DISTRIBUZIONI LIVE CD

Le distribuzioni Live CD, che potete trovare sempre sul sito di cui sopra, sono delle particolari versioni di Linux che non richiedono alcuna installazione: si avviano automaticamente a partire dal cd. Appena accendete il computer inserite il cd nel lettore e, a seconda della distribuzione, seguite le eventuali istruzioni che compariranno a video. Per iniziare vi consiglio caldamente Ubuntu: si tratta di una distribuzione molto ben curata e costantemente aggiornata. Potete scaricarne l’ultima versione dal sito ufficiale oppure potete ordinare gratuitamente una copia del cd.

L’unica accortezza per poter utilizzare le distribuzioni Live è quella di impostare correttamente le priorità di avvio del computer. Lo potete fare dal BIOS: in genere si accede al BIOS premendo F2, F11, DEL oppure CANC al momento dell’avvio del computer. Una volta entrati nel BIOS dovrete cercare qualcosa che assomiglia a “Boot Sequence”. Probabilmente avete impostato “di fabbrica” la seguente configurazione: floppy, hard disk. Dovrete modificarla in: cd-rom, hard-disk.

Da notare che comunque le distribuzioni Live Cd non sono adatte solamente ai principianti. La loro comodità ed il fatto di poterle portare sempre con se le ha fatte amare da molti utenti. Esistono inoltre distribuzioni create ed utilizzate da hacker, veri e propri esperti di informatica e sicurezza. Un esempio interessante è offerto dalla distribuzione Back Track.

VIRTUAL MACHINE (VMWARE)

Una delle Virtual Machine più conosciute ed utilizzate dagli appassionati è VMware. Come cita la definizione data su Wikipedia “VMware è un software che consente di simulare più sistemi operativi sullo stesso hardware in un ambiente virtuale senza dover riavviare la macchina per passare da un sistema operativo ad un altro. Il vantaggio che se ne trae è una maggiore compatibilità senza perdere in prestazioni e senza appesantire e rallentare le applicazioni. Questo genere di software viene chiamato virtual machine, macchina virtuale, termine che sta ad indicare la creazione di più ambienti virtuali in un unico computer, fornisce una completa emulazione dell’hardware senza intaccare drasticamente le risorse ed emulando sistemi operativi tra loro differenti”.
I passi da compiere sono soltanto due: scaricare gratuitamente il VMware Player e, successivamente, scaricare un sistema operativo funzionante con la VMware. Sul sito ufficiale potete trovarne parecchi tra i quali anche alcune distribuzioni di Linux Ubuntu: vedete la sezione Virtual Appliance.
Il funzionamento è semplicissimo, basta infatti eseguire la VMware Player come se fosse un normalissimo programma.

 

Da sottolineare che entrambi i sistemi hanno anche un grande pregio: è impossibile essere infettati da virus. La distribuzione Live Cd non va a scrivere assolutamente nulla sull’hard disk e quindi un eventuale virus non troverebbe terreno fertile per insediarsi; la Virtual Machine simula in tutto e per tutto un computer a se stante, il che significa che un eventuale virus rimarrebbe confinato all’interno del sistema operativo caricato nella Virtual Machine.

~ di 2BFree su febbraio 3, 2007.

2 Risposte to “Linux Indolore”

  1. […] chi utilizza un computer da diversi anni. Avevo già affrontato l’argomento in uno dei miei PRIMI ARTICOLI. In rete ho invece scovato QUESTO ARTICOLO nuovo di pacca che spiega come utilizzare il software […]

  2. […] anche chi utilizza un computer da diversi anni. Avevo già affrontato l’argomento in uno dei miei PRIMI ARTICOLI. In rete ho invece scovato QUESTO ARTICOLO nuovo di pacca che spiega come utilizzare il software […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: